Ortominio. Come trasformare un terrazzo condominiale in un orto.

Come trasformare un terrazzo condominiale in un orto.

Come trasformare un terrazzo condominiale in un orto.

Oggi, in tempo di crisi, coltivare l’orto sul balcone o sul terrazzo, sta diventando più che una tendenza che coinvolge persone di tutte le età. Per ottenere un utile orto condominiale, sfruttando semplicemente un terrazzo preesistente, occorre valutare una serie di parametri. Per prima cosa occorre considerare l’esposizione al sole, la disponibilità idrica, quindi la presenza di rubinetti o serbatoi, scegliere il terriccio idoneo e un kit di semi di ortaggi. Per sfruttare al meglio lo spazio a disposizione è consigliabile privilegiare l’utilizzo di vasi a cassetta, piuttosto lunghi e rettangolari, e piantare ortaggi differenti nello stesso vaso. Tra le colture consigliate, di certo non possono mancare i pomodori, le cipolle, la lattuga, i piselli, le melanzane, le zucchine, i cetrioli, le piante aromatiche e piccoli alberi da frutto. Le diverse colture vanno piantate a circa 20 centimetri di distanza tra loro e la terra va ovviamente innaffiata regolarmente. A tal proposito, va detto che gli apporti idrici non devono essere mai troppo abbondanti e vanno dosati in base allo stadio di sviluppo della pianta. Per quanto riguarda la concimazione, questa dev’essere ben dosata in quanto troppa concimazione rischia di bruciare le radici delle piante. Il più adatto concime bio è di certo terriccio di lombrico, che va inserito assieme al terriccio nei vasi. Per evitare che gli ortaggi siano troppo esposti alla calura del sole è opportuno predisporre delle zone d’ombra proteggendoli con delle tettoie, delle tende o semplicemente accostando le piante ai muri o ad un parapetto. Infine, è fondamentale proteggere le piante dai parassiti coltivando piante anti parassitarie come le aromatiche o proteggere gli ortaggi con delle siepi frangivento.

Questo articolo è stato pubblicato nella rubrica Blog. Metti tra i preferiti il permalink.