Lavanderia condominiale comune.

OLYMPUS DIGITAL CAMERAIl servizio di lavanderia condominiale, esistente da parecchi anni nei Paesi del Nord Europa, in Svizzera e USA , si sta pian piano diffondendo anche in Italia. Esso consente di condividere le apparecchiature di lavaggio e asciugatura professionali ai residenti di un condominio. Il sistema innovativo di AHL o Apartment House Laundry, mette a disposizione un luogo comune dotato di lavatrici e asciugatrici dove i condòmini possono ritrovarsi per lavare il loro bucato, con un sistema di tipo self service, con dei vantaggi importanti sotto il profilo non solo economico e del risparmio di spazio nel proprio abitacolo ma soprattutto ambientali e sociali. Quest’ultimi derivano dalla condivisione di apparecchiature che permettono di ridurre i consumi di energia elettrica, d’acqua e di detersivi, quindi apportando un minore impatto ambientale. Sotto il profilo sociale, nella lavanderia condominiale, è possibile conversare e socializzare con gli altri residenti in attesa del proprio lavaggio. I costruttori e i progettisti odierni sono sempre più attenti al problema dell’ecosostenibilità, quindi progettano immobili che rispettano tale criterio. La prima azienda italiana ad introdurre la lavanderia condominiale comune è stata la Electrolux Professional. Tale azienda, ha offerto numerose e diversificate apparecchiature professionali in grado di rispondere all’ innovativo e sempre più diffuso concetto di CoHousing. Per co-housing o «abitare insieme» s’intende proprio la possibilità di dividere o condividere uno spazio abitativo e dei servizi comuni. Infine, il servizio di lavanderia condominiale comune non rappresenta solo un’innovazione tecnologica ma sopratutto un modo moderno ed intelligente di concepire l’abitare.

Questo articolo è stato pubblicato nella rubrica Blog con i seguenti tag , , , . Metti tra i preferiti il permalink.